domenica 31 marzo 2013

Era meglio votare Renzi!



Matteo Renzi ad Amici (foto Ansa)






                   Certo, quando tutti volevamo scappare sulla moto come Fonzie.
                            Ed eccolo, versione talent show. Il posto giusto per lui.
                               E poi non ditemi che non sembra il pupillo del nano.



33 commenti:

  1. Complimenti Mari: tu e gli altri snobettini della vecchia e obsoleta cultura della sinistra continuate ancora a farvi (e farci) del male.
    E sputate sopra al serbatoio di ragazzi che guardano Amici e che poi andranno a votare.
    Clap clap.
    Sei ridicola.
    Soprattutto in questi momenti dove Bersani non fa altro che ricevere pesci in faccia.
    Ed in questi momenti dove l' Italia è bloccata.
    Sai dove sarò settimana prossima? In cassa integrazione.
    Credimi: non è facile tirare avanti con millecento euro al mese come unica entrata famigliare.
    Se i cantieri non si apriranno e svilupperanno saranno cazzi.
    Per cui mi piacerebbe molto che ci fosse un governo stabile: poi non è detto che le cose andranno meglio.
    Tuttavia mi piacerebbe almeno che le cose si stabilizzassero
    Non è più tempo e ora di fare gli schizzinosi.
    E chi se ne frega e che se ne frega e chi se ne frega se Renzi va dalla de Filippi.
    CHI SE NE FREGA!
    Se vecchia, Mari: rottamati.

    Paolino Pap.

    RispondiElimina
  2. Che poi, come ho scritto centinaia di volte, ho dato l' appoggio a Renzi non come persona in sé ma come elemento destrutturante di fare politica. E come elemento catalizzatore di voti.
    Mossa strategica per le passate votazioni.
    In un determinato contesto; in un preciso momento.
    Le cose cambiano: Berlusconi è risorto. Grillo si è ampliato. Bersani è ridotto ai minimi termini.
    Il partito democratico è un incognita.
    Sinceramente non so chi sarà il mio prossimo cavallo su cui puntare.
    Per cui se da qui all'eternità vorrai cimentarti continuamente a criticare e far notare ogni unghia incarnita di Renzi ( e farmelo notare ) accomodati pure: significherà che ancora non hai capito un cazzo.

    Paolino Pap

    RispondiElimina
  3. E sei penosa a continuare a chiamare nano Berlusconi.
    Penosa.
    Vai avanti (andate avanti) così che te lo ritroverai anche Presidente della Repubblica.

    Paolino Pap.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarò penosa.
      Ma mi arrogo il diritto di chiamarlo come mi pare. Nano o quant'altro.
      Quella merda di uomo.

      Elimina
  4. Partiamo dall'inizio.
    E' circa un mese che stai aspettando che io mi chiarisca su Renzi e che eventualmente chieda scusa per avere portato avanti la mia idea di seguire il PD e il suo capitano.
    In questa debacle funesta in cui ci siamo ritrovati, io povera stupida resto ancora ancorata a chi mi dato idee concrete in cui credere e onestà su cui confidare.
    Chi in realtà,secondo la maggioranza, e cioè chi ha votato altro ovvero Grillo e il suo movimento, o chi non ha affatto votato, altra maggioranza silente, aveva già avuto il tempo di governare e cambiare la storia e le leggi di questa povera Italia, ma non ne ha avuto la forza.
    Si, Bersani ha fallito, tradito dalla poca lungimiranza del PD.
    Dall'avere pensato che, basandosi sulla concretezza e sul lavoro onesto, fatto in questi ultimi anni, avrebbero sicuramente vinto, senza urla e senza inganni.
    Niente di più sbagliato.
    Dovevano urlare, dire un sacco di minkiate, promettere mari e monti e forse, dico forse, qualche punticino in più e maggiori probabilità di governare si sarebbero raggiunte.
    Poi, avrebbero dovuto fare il passo più rischioso, mandare avanti Renzi.
    Che sicuramente Berlusconi, aveva promesso che con lui a capo del PD non si sarebbe di certo candidato.
    E noi le conosciamo bene le promesse di Berlusconi, ci hanno imbottito il cervello di tutti quegli otto milioni di polli che lo hanno votato ancora una volta.
    Lui sarebbe stato buonino a casa, facendo in modo di far vincere il PD, mandandolo al governo, in modo tale che, questa sarebbe stata la sua Waterloo.
    Invece adesso, siamo alle corde.
    E, oltre al ridicolo a livello mondiale, dobbiamo sperare che, il parlamento senza governo e con una corte di saggi, possa farci arrivare ad emanare leggi fondamentali, per potere arrivare ad un nuovo voto.
    Sarà stata tutta colpa di quel vecchiaccio ridicolo di Bersani, se siamo a questo punto.
    E di noi tutti stupidi che ci abbiamo creduto, non rendendoci conto che dovevamo dare spazio a questo giovane ragazzo rampante. Che mi sa tanto di vecchio e di già visto, ma che era la nostra ultima speranza e noi non lo avevamo capito.
    Ora la batosta è arrivata.
    Però, io chiedo per favore del rispetto.
    Per chi in quelle idee ci aveva creduto.
    E non i teatrini davanti al pubblico di ragazzini che hanno troppi pochi anni e poche idee.
    Il nuovo bacino di utenza?
    Vedremo, anche se io credo, sarà il bacino da cui ancora una volta andrà a pescare, Grillo.
    Lui si, che ha capito tutto.
    Con le sue urla, e la sua guerra, contro tutti e tutto.
    Se io fossi stata il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, gli avrei detto di governare.
    Avrei dato a lui l'incarico.
    Tanto fra qualche mese sarà lo stesso.
    Avrà ancora più voti.
    E al Colle, ci manderà chi vuole lui.



    RispondiElimina
    Risposte
    1. ALLE PRIMARIE DEL CENTROSNISTRA ERA MEGLIO VOTARE RENZI.
      Cazzo!
      E chiudo.

      Paolino Pap

      Elimina
    2. Io non ho finito papero.

      Elimina
  5. Poi.
    Io non sono snob. Mai stata.
    Sono figlia e nipote di operai. So perfettamente che cosa significa portare a casa uno stipendio solo e sfamare quattro figli. Lavorando come un pazzo e facendo doppi e tripli turni di lavoro. Per garantire la vita migliore possibile alla tua famiglia.
    Farla crescere, educarla all'onestà e all'integrità morale e civile.
    Esattamente quello che mi ha insegnato mio padre.
    E so esattamente cosa significa andare in cassa integrazione e in mobilità,
    Ci sono passata anche io, o pensavi che i miei mille libri al mese, i miei concerti, i miei viaggi, il mio teatro e cioè quello che ho potuto permettermi in questi ultimi anni ci sono sempre stati?
    O pensi che io abbia avuto un paparino ricco, che mi ha sempre coperto il culo e tenuto al caldo e quando c'è stato bisogno, mi abbia foraggiato per permettermi tutto quello che ho?
    E cioè il tetto della mia casetta?
    Niente di tutto questo.
    Quel poco che ho è frutto del mio lavoro e basta.
    Io non ho avuto niente regalato dalla vita, NIENTE.
    Mi alzo tutte le mattine alle sei, quasi come te.
    E vado a lavorare come te.
    Mi faccio un mazzo così. E non credere che solo perchè sto seduta, non mi rompo i coglioni come te.
    Mi faccio 14 ore fuori casa, e poi a casa ho anche il resto.
    Cerco di lavorare a testa china, perchè so benissimo che, ho solo questo e ci tengo a non perderlo.
    Pertanto, anche io voglio SOPRATTUTTO, un governo stabile.
    Senza cazzi e mazzi.
    Che ci faccia lavorare tutti in pace.
    Che ci restituisca i diritti conquistati, che in questi ultimi anni ci stanno togliendo poco alla volta.
    Il diritto allo studio, per esempio.
    Le scuole pubbliche che funzionino, che forgino bene le menti e le anime dei ragazzi, come hanno fatto quando era il nostro tempo.
    Alla portata di tutti quelli che, come me e te, non avrebbero potuto studiare altrimenti.
    Diplomarsi e laurearsi, grazie alle borse di studio e a un sistema scolastico, che sebbene antiquato, funzionava.
    Cosa che ora non c'è più. La scuola pubblica allo sbando e foraggiamenti equivoci alle scuole private che già campano con i soldi di chi per studiare lì paga migliaia di euro.
    La scuola che torna diritto di pochi, un insulto ai principi fondamentali della nostra democrazia alla nostra Costituzione.
    Il diritto al lavoro.
    Che ci riconduce alla prima parte. Se non si esce fuori dal ristagno, se non ci sarà un governo, non ci saranno investimenti.
    E che cazzo, lo so benissimo.
    Siamo tutti, tutti nella stessa barca.
    Sinceramente, non so che diavolo farò fra qualche mese, quando si tornerà a votare.
    Vorrei però, che il prossimo candidato premier, si togliesse il giubbino di pelle (firmato Scervino) e tornasse a rimboccarsi le maniche delle camicie come faceva durante la campagna per le primarie.
    Che sarà una lotta durissima, e non ci salverà solo la sua parlantina.
    Che se io dovrò votarlo, lo voterò questo è chiaro.
    Ma turandomi il naso, come altri hanno fatto quando è stato il momento di scegliere Bersani.
    Perchè il ragazzo puzza, ancora di latte.
    E sono stata buona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso son capaci tutti di votare Renzi.
      ERA MEGLIO SCEGLIERE RENZI ALLE PRIMARIE DEL CENTROSINITRA (PRIMA!)
      Cazzo!
      E richiudo.

      Paolino Pap.


      Elimina
  6. ADESSO UN CAZZO, PAPERO.
    SE AVESSI ALTRE POSSIBILITA', STAI SICURO CHE NON LO VOTEREI. ESATTAMENTE COME HO FATTO MESI FA.
    PERCHE' NON CREDO ASSOLUTAMENTE CHE AVREBBE CAMBIATO IL CORSO DELLE COSE.
    E SONO STATA CHIARISSIMA MI PARE, SU QUESTO PUNTO, SOPRA.

    PORCACCIA.

    RispondiElimina
  7. Buona notte, operaio. ( gli operai sono i miei preferiti).
    La secchiona del primo banco, quella permalosa, stacca.
    A domani.

    RispondiElimina
  8. Ma che cazzarola ti è saltato in mente?
    Perchè devi far tornare in mente al Pap certe cose?
    Avevamo raggiunto un nuovo equilibrio e tu te ne vieni con Fonzie!!!
    Non ho ancora letto i vostri commenti,lo farò più tardi.
    Non so se aggiungerò qualcosa perchè credo di aver già detto tutto in passato.
    Non ho votato Renzi alle Primarie e lo rifarei.
    Non voterò mai Renzi in nessuna occasione.
    E' un doppiogiochista viscido.
    E qui chiudo.
    VERU

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri sera tornata a casa ho letto che Renzi era andato ad Amici. Ha fatto partire la sua nuova campagna elettorale dagli studi di canale 5. Diciamo che secondo me nulla di quello che fa è a a caso.
      E allora, ho postato quello che mi sembrava una cosa ridicola.
      Veru, il papero non ha trovato un equilibrio ecco perchè è venuto fuori tutto questo.

      Elimina
    2. Certo tutto calcolato.
      E il comportamento che ha avuto ultimamente lo ha dimostrato in pieno.
      Altro che a lui interessa SOLO fare il sindaco di Firenze.
      Il primo passo ora è il Congresso del pd dove lui si proporrà come prossimo segretario.
      Queste saranno le prossime primarie.
      Io non lo voto.

      Elimina
  9. Aggiungo.
    Nuova politica?
    Destrutturante?
    Uno che va a parlare privatamente con Berlusconi ad Arcore?
    Cosa credete sia andato a chiedergli?
    A si gli avrà detto "fatti da parte vecchio pelato mafioso"...poi avrà sbattuto la porta e se ne sarà andato.
    Si si.
    E' colpa degli elettori,altro che Renzi o Bersani.
    Berlusconi sarebbe comunque sceso in campo per accantonare i suoi processi.
    Non è colpa di Berlusconi ma di chi l'ha votato.
    I Grillini ci stanno portando allo sfascio.
    Ed è vero il PD sta attraversando un momento difficile e al nuovo segretario (chi sarà?non è detto che Renzi prenda voti,la base non lo appoggia ma ha i suoi amici destroidi che verranno a fare la tessera del pd all'ultimo per votarlo...vedremo) spetta un compito difficile.
    Ragazzi pensiamo all'ora al presente perchè la situazione è grama per molte,troppe famiglie.
    Superiamo una discussione che non porta a nulla e vediamo cosa ADESSO si può fare di concreto.
    veru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sappiamo benissimo di che pasta è fatto Renzi.
      Quello che non sappiamo ancora è cosa farà il PD. D'impulso anche io come te direi che non lo voterei mai a prescindere.
      E continuerò a non farlo alle nuove primarie.
      Ma, se lui dovesse vincerle ste cazzo di primarie, cosa faremo?
      Non voteremo?
      Ecco io mi interrogo su questo, sul futuro oscuro del PD.
      Un partito che ha lasciato annegare il suo segretario in carica.
      Quello che ho visto e sentito durante queste ultime settimane è stato davvero troppo.
      Ancora una volta non ho visto compatezza.
      Andiamo avanti così da troppo tempo.
      Mi sono rotta anche io e profondamente.
      Cosa c'è da fare di concreto?
      Ma qua bisogna ricostruire dalle fondamenta, per toglierci dalle spalle questo ultimo periodo di merda.
      E sarà durissima.
      IO PER ESEMPIO SONO PROFONDAMENTE STANCA.
      NON VEDO LUCE IN FONDO AL TUNNEL.

      Elimina
    2. Mari se lui vincerà non chiuderò la porta a prescindere.
      Aspetterò.
      Valuterò cosa è in grado di fare.
      Sono anche curiosa ti dirò.
      Ci sono stati segretari (vedi Veltroni) che hanno portato il pd ai minimi storici.
      Altri che ne hanno risollevato le sorti.
      A Renzi spetta un compito duro.
      Molti non lo amano.
      Non è così scontata la sua vittoria.
      E se passa dovrà lavorare bene perchè gli verrà perdonato gran poco.

      Elimina
  10. Pap hai ragione a stare incazzato!
    PERO' RAGAZZI NON LITIGHIAMO.
    FACCIAMO I BRAVI.
    ALMENO NOI.

    RispondiElimina
  11. IO SONO BRAVA. BRAVISSIMA.
    FIN TROPPO.
    E CREDO DI AVERE RAGIONE ANCHE IO AD ESSERE INCAZZATA NERA.
    COL PD.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sono stufa di sentire le solite banalità su Renzi.

      Elimina
  12. Mari io non sono incazzata con il pd.Per nulla.
    Ma ribadisco ora dobbiamo guardare avanti.
    Bersani in queste ultime settimane,a mio parere,ha fatto il possibile.
    Più del possibile.
    Sa che il suo percorso è concluso ma nonostante tutto è andato avanti.
    Non gli avrei mai perdonato delle sue eventuali dimissioni.
    Sarebbe stato codardo a lavarsi le mani.
    Come già immaginavamo non ha avuto la maggioranza.
    Perchè al governo gli italiani hanno messo degli irresponsabili.
    Il sentore che però si respira in giro è il medesimo di mesi fa.
    Chi ha votato Grillo resta convinto della scelta e appoggia l'inconcludenza politica dei nuovi eletti.
    E chi ha votato Berlusconi continua ad essere convinto delle capacità di quest'ultimo.
    L'Italia non può permettersi nuove elezioni.
    Non ora.
    Il pd ha fatto le Primarie.
    Più di questo che doveva inventarsi?
    Renzi ha perso.
    Se gli italiani (tutti quelli che oggi dicono a se ci fosse stato Renzi...) fossero andati a votarlo Bersani si sarebbe fatto da parte.
    Il pd non ha tagliato le gambe a Renzi.
    E ribadisco Berlusconi non avrebbe potuto non ripresentarsi in politica.
    Ma sono cose che ho detto e stradetto.
    Come quello che ha scritto il Pap l'abbiamo letto e straletto.
    Il fatto che tu invece abbia esternato ciò che in passato non hai detto è un altro discorso e va benissimo.
    Mi chiedo solo se OGGI abbia ancora senso star qui a parlarne.
    Ma poi dai sono i soliti ragionamenti tutti italiani.
    Se Renzi avesse perso staremmo qua a dire "era meglio Bersani".
    E intanto l'immagine del pd ne esce in un modo o nell'altro perdente.
    Emagari questo a me sta sul cazzo più che il resto.

    RispondiElimina
  13. MARI cara ora ti saluto.
    Vado in unpaesello sperduto della Val Seriana a mangiare la polenta dai miei zii.
    Buon pomeriggio
    baci veru

    RispondiElimina
  14. Non ho capito.
    Che cosa ho detto oggi che non ho esternato in passato.
    Rileggimi e bene, per favore.
    Ho detto che sono stanca del Pd e di come ha lavorato male con Bersani?
    Perchè non lo avevo mai detto?
    L'ho detto persino quando eravamo in campagna con Ambrosini non te lo ricordi?
    Bersani è rimasto solo. Ma non da adesso DA SEMPRE.
    Dal momento in cui alcune frange non hanno fatto in modo che Renzi si desse una calmata.
    Molti non lo volevano come segretario.
    Molti non lo volevano come presidente del Consiglio.
    E si è visto in maniera lampante dopo le elezioni.
    Durante i dieci giorni di consultazioni, sono stati zitti. ZITTI.
    Io ho votato Bersani e lo rivoterei se si ricandidasse.
    Ma non sarà così, facciamocene una ragione.
    Ci saranno nuove primarie e io non voterò Renzi. Come ho già detto prima.
    Ma se lui vincesse le primarie mi domando:
    CHE CAZZO FACCIAMO?
    Ci asteniamo?
    Proprio noi che abbiamo sempre fatto del diritto di voto una bandiera, contro tutti quei cialtroni che preferiscono non votare e che mi stanno sul cazzo più di tutti gli altri.
    Bene.
    Vedremo.
    Mi spiace solo che proprio tu Veru, non abbia capito il mio pensiero.
    MI SPIACE MOLTO.
    Ma del resto i miei amici ultimamente, stanno facendo un nuovo gioco, diamo addosso alla mari, che ci divertiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Balordaaaaaaaaaaaaaa
      certo che ho capito!
      E condivido condivido condivido.
      Bersani è stato lasciato solo.
      Ne abbiamo parlato anche privatamente.
      E' che tu ti infiammi e parti in quarta.
      E non mettermi il guttalax nella pastiera...ghghghghgh
      Ma chi sono gli amici che ti danno addosso?
      Dai che arriva la Primavera e fan culo il resto ;-)
      veru

      Elimina
    2. In tal senso anch'io sono incazzata con il pd.
      In effetti mi sono spiegata male.
      Ma tu ti infiammi infiammi infiammi :-)
      Basta usare pc dello zio...mi chiamano all'ordine.
      veru

      Elimina
    3. Si vero, mi infiammo subito.
      Sono sanguigna, altro chè.
      Ma avevo già compreso.
      Niente guttalax non si rovinano i capolavori.
      E la mia pastiera è un capolavoro.
      Ti sei divertita?
      Spero di si.
      Bacio.

      Elimina
  15. Volevo dire che se mi si leggesse bene si capirebbe chiaramente cosa ho detto.
    Che poi non è diverso da quello che dite voi.
    Ma si sa che fa comodo pensare che io sia impazzita.
    Molto bene, non tornerò mai più sull'argomento.
    Abbiamo chiuso.

    RispondiElimina
  16. Ma va la.
    Mi riferivo a quando hai detto al Pap "E' circa un mese che stai aspettando che io mi chiarisca su Renzi e che eventualmente chieda scusa per avere portato avanti la mia idea di seguire il PD e il suo capitano".
    In tal senso.
    Dai cosa c'entra impazzita?
    Su mangerò un po' di polenta anche per te!
    Se riesco a partire...ghghgh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh.
      Meno male, per un attimo ho pensato che anche tu mi avessi abbandonata.

      Elimina
  17. Intanto ho messo l'intervallo e sono andata a fare due pastiere.
    Sono le penultime della stagione.
    Me ne manca una.
    Quella che porto a Bergamo.
    Che a me la polenta piace molto. Quella taragna è la mia preferita.
    Ma dopo ci vuole il dolce.
    E un bel bicchierino di grappa.
    Divertiti e passa una buona giornata in compagnia.

    RispondiElimina
  18. Forse non è chiara una cosa: se le imprese chiudono gli operai che guadagnano 1000 € al mese non avranno nemmeno quelli! "L'operaio" che fa il suo lavoro onestamente (ma perchè gli imprenditori no?)non si immagina nemmeno cosa vuol dire essere a capo di un'impresa più o meno piccola. Un lavoratore costa al suo datore, circa il doppio se non di più (vedi la cassa edile)di quello che guadagna (quindi 2100€)gli imprenditori onesti versano allo Stato per mantenere i propri dipendenti circa il 50% del loro utile (senza contare le perdite di produzione dei giorni di malattia vera/presunta per cui non si è utili all'azienda)e quando dopo 14 ore di lavoro tornano a casa, sentono/hanno tutto il peso, responsabilità A)di un'azienda e quello che ne ruota intorno; B)del futuro dei propri dipendenti; C)del futuro della propria famiglia. QUI SERVE QUALCUNO CHE SAPPIA CHE SIGNIFICA FARE L'IMPRENDITORE E FACCIA RIPARTIRE L'ITALIA, SE UN'AZIENDA NON DA UTILI IO TI DEVO LICENZIARE!! BASTA A CHI PROTEGGE VALORI O PERSONE CHE DOPO AVER TIMBRATO IL CARTELLINO SE NE FREGANO! CHIAMANO I SINDACATI PERCHE'NON HANNO PIU' IL "DIRITTO" DI ANDARE AL BAR A PRENDERSI IL CAFFE'! (lungo all'americana!!!).
    Sono palesemente in disaccordo su tutta la linea con te, sono capitata qui per caso...ma ne scappo via subito.
    Emy
    ps: forse Renzi è l'unica speranza, e lo dico proprio a denti stretti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emy, mi spiace tu sia scappata.
      Questo è un luogo di confronto,hai espresso un parere, ed è giusto che tu lo abbia fatto.
      Certo io non lo condivido, per molte ragioni.
      Ad esempio, io lavoro nel privato, non timbro il cartellino e vado a fare la spesa, o lo shopping. Mi faccio le mie ore di lavoro, testa china e pedalare.
      A volte mi dimentico di bere e mi capita di saltare la pausa.E le ore spesso sono di più di quelle da contratto.
      Insomma lavoro di brutto.
      E lo faccio, pensando al mio futuro, quello dei miei cari e quello della mia azienda, facendo del mio meglio, perchè ritengo di potere contribuire in questo modo a farla stare in piedi.
      Tu dici, anche l'imprenditore lo fa, il suo lavoro come noi. E per di più ci mantiene.
      No, l'imprenditore, paga il mio lavoro, fatto con onestà, e cerca il suo guadagno ottimizzando.
      Lo Stato Italiano, non aiuta me e non aiuta lui.
      In questo momento siamo bloccati sia noi che loro.
      E tu, stai ragionando per luoghi comuni.
      I sindacati quando erano ancora una forza coerente, proteggevano i diritti acquisiti dopo lotte e morti. Che ci siamo dimenticati bellamente.
      Il timbrare il cartellino e andare a fare shopping, è una oscenità, ma non è la prassi.
      Ho tante persone amiche che lavorano nel pubblico e ti posso assicurare che, non vanno a fare la spesa dopo aver timbrato.
      Questo schifo va eliminato, ma non pensando che a capo del governo debba esserci un imprenditore.
      Lo abbiamo avuto, per vent'anni e ha fatto soprattutto i propri interessi.
      Quella è la mentalità dell'imprenditore, c'è poco da fare.
      C'è bisogno di gente che pensi alla gente.
      Che faccia ripartire questa povera terra.
      Che non abbia altri interessi a cui pensare se non quello del bene del Paese Italia.
      La vedo dura.
      Non impossibile, ma lasciamo da parte per favore, quello che abbiamo visto per troppo tempo. Abbiamo le ferite aperte dovute allo scempio.
      Cerchiamo di non fare gli stessi errori.
      E di ragionare, a mente aperta e cuore libero.
      Io preferirei che Renzi non fosse l'unica speranza.
      E lo griderò con tutto il fiato che ho in gola fino a che ne avrò la forza.


      Ciao Emy.

      Elimina
  19. Se tutti quelli che hanno votato Renzi ragionano così sempre più contenta di non averlo fatto.
    E non sono la Mariella.

    RispondiElimina

Informazioni personali

La mia foto
Quasi sei anni di blog. Benvenuti da me. Vi accoglierò con abbracci e qualche legnata. Abbiate pazienza divento anziana!