venerdì 29 marzo 2013

Ciao Enzo

Enzo Iannacci (google images)



E la bobina continua a girare 
sì ma la base va avanti anche da sola 
e noi che abbiamo tutta la voce in gola? 
Ma senza base non si può cantare, 
e con la base non si può stonare, 
non si può sbagliare. 
Perché... 

Perché ci vuole orecchio, 
bisogna avere il pacco 
immerso, intinto dentro al secchio, 
bisogna averlo tutto, 
anzi parecchio... 
Per fare certe cose 
ci vuole orecchio! 
Bisogna avere orecchio, 
bisogna avere il pacco 
immerso, immerso dentro al secchio, 
bisogna averlo tutto, 
anzi parecchio... 
Per fare certe cose 
ci vuole orecchio! 

Eh, dal vivo oggi non si può più suonare, 
l'orchestra è ormai quattro battute dopo 
I fiati hanno già fatto il loro gioco, 
anche il sassofono va via in gol e lascia fare, 
e noi come dei pirla qui a provare, 
ma con l'orchestra non si può sbagliare, 
perché... 

Perché ci vuole orecchio 
bisogna avere il pacco 
immerso, immerso dentro al secchio, 
bisogna averlo tutto, 
anzi parecchio... 
Per fare certe cose 
ci vuole orecchio! 
Bisogna avere orecchio, 
bisogna avere il pacco 
immerso dentro al secchio, 
bisogna averlo tutto, tanto 
anzi parecchio... 
Per fare certe cose 
bisogna avere orecchio! 

Chi ha perso il ritmo si deve ritirare 
non c'è più posto per chi sa far da solo, 
due note e un si bemolle fuori luogo 
Vietato di fermarsi anche a respirare 
che qui la base continua a girare, 
chi non sa stare a tempo, prego andare. 
Perché... perché... perché... 

Perché ci vuole orecchio 
bisogna avere il pacco 
immerso, immerso dentro al secchio, 
bisogna averlo tutto, 
anzi parecchio... 
Per fare certe cose 
ci vuole orecchio! 
Bisogna avere orecchio, 
bisogna avere il pacco 
immerso, immerso dentro al secchio, 
bisogna averlo tutto, 
tanto...anzi parecchio... 
Per fare certe cose 
ci vuole orecchio! 
Bisogna avere orecchio, 
bisogna avere il pacco 
immerso, immerso dentro al secchio, 
bisogna averlo tutto, 
tanto...anzi parecchio... 
Per fare certe cose 
ci vuole orecchio!





15 commenti:

  1. Quelli che cantano dentro nei dischi perche' ci hanno i figli da mantenere, oh yes!
    Quelli che da tre anni fanno un lavoro d'equipe convinti d'essere stati assunti da un'altra ditta, oh yes!
    Quelli che fanno un mestiere come un altro.
    Quelli che accendono un cero alla Madonna perche' hanno il nipote che sta morendo, oh yes!
    Quelli che di mestiere ti spengono il cero, oh yes!
    Quelli che Mussolini e' dentro di noi, oh yes!
    Quelli che votano a destra perche' Almirante sparla bene, oh yes!
    Quelli che votano a destra perche' hanno paura dei ladri, oh yes!
    Quelli che votano scheda bianca per non sporcare, oh yes!
    Quelli che non si sono mai occupati di politica, oh yes!
    Quelli che vomitano, oh yes!
    Quelli che tengono al re.
    Quelli che tengono al Milan, oh yes!
    Quelli che non tengono il vino, oh yes!
    Quelli che non ci risultano, oh yes!
    Quelli che credono che Gesu' Bambino sia Babbo Natale da giovane, oh yes!
    Quelli che la notte di Natale scappano con l'amante dopo aver rubato il panettone ai bambini, oh yes!
    Intesi come figli, oh yes!
    Quelli che fanno l'amore in piedi convinti di essere in un pied-a-ter, oh yes!
    Quelli, quelli che sono dentro nella merda fin qui, oh yes! Oh yes!
    Quelli che con una bella dormita passa tutto, anche il cancro, oh yes!
    Quelli che, quelli che non possono crederci neanche adesso che la terra e' rotonda, oh yes!
    Quelli che non vogliono tornare dalla Russia e continuano a fingersi dispersi, oh yes!
    Quelli che non hanno mai avuto un incidente mortale, oh yes!
    Quelli che vogliono arruolarsi nelle SS.
    Quelli che ti spiegano le tue idee senza fartele capire, oh yes!
    Quelli che dicono "la mia serva", oh yes! Oh yes!
    Quelli che organizzano la marcia per la guerra, oh yes!
    Quelli che organizzano tutto, oh yes!
    Quelli che perdono la guerra... per un pelo, oh yes! Oh yes!
    Quelli che ti vogliono portare a mangiare le rane, oh yes!
    Quelli che sono soltanto le due di notte, oh yes!
    Quelli che hanno un sistema per perdere alla roulette, oh yes!
    Quelli che non hanno mai avuto un incidente mortale, oh yes!
    Quelli che non ci sentiamo, oh yes!
    Quelli diversi dagli altri, oh yes!
    Quelli che puttana miseria, oh yes!
    Quelli che quando perde l'Inter o il Milan dicono che in fondo e' una partita di calcio e poi vanno a casa e picchiano i figli, oh yes!
    Quelli che dicono che i soldi non sono tutto nella vita, oh yes!
    Quelli che qui e' tutto un casino, oh yes!
    Quelli che per principio non per i soldi, oh yes! Oh yes!
    Quelli che l'ha detto il telegiornale, oh yes!
    Quelli che lo statu quo che nella misura in cui che nell'ottica, oh yes!
    Quelli che non hanno una missione da compiere, oh yes!
    Quelli che sono onesti fino a un certo punto, oh yes!
    Quelli che fanno un mestiere come un altro.
    Quelli che aspettando il tram e ridendo e scherzando, oh yes!
    Quelli che aspettano la fidanzata per darsi un contegno, oh yes!
    Quelli che la mafia non ci risulta, oh yes!
    Quelli che ci hanno paura delle cambiali, oh yes!
    Quelli che lavoriamo tutti per Agnelli, oh yes!
    Quelli che tirano la prima pietra, ma che anche la seconda,la terza, la quarta e dopu? E dopu se sa no...
    Quelli che alla mattina alle sei freschi come una rosa si svegliano per vedere l'alba che e' gia' passata.
    Quelli che assomigliano a mio figlio, oh yes!
    Quelli che non si divertono mai neanche quando ridono, oh yes!
    Quelli che a teatro vanno nelle ultime file per non disturbare, oh yes!
    Quelli, quelli di Roma.
    Quelli che non c'erano.
    Quelli che hanno cominciato a lavorare da piccoli, non hanno ancora finito e non sanno che cavolo fanno, oh yes!
    Quelli li'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enzo, oggi sarò a San Siro. Siamo sempre stati due alle curve opposte, ma sono sicura che i ragazzi oggi, si ricorderanno di te.
      BUON VIAGGIO.

      Elimina
  2. Ciao Mari!
    Ho saputo della sua morte ieri sera,stavo seguendo Crozza che alla fine della trasmissione gli ha rivolto un saluto
    Buon viaggio grande Enzo!

    RispondiElimina
  3. Ciao Claudia, anche io ho saputo di botto ieri sera. Mi ha addolorato molto, perchè io, figlia degli anni '70, ho dei bellissimi ricordi legati a lui, Renato Pozzetto e Cochi Ponzoni.

    Un altro bellissimo pezzo della nostra storia musicale che se ne va.

    Buona serata amica cara.

    RispondiElimina
  4. Il ricordo recente che ho di lui è la sua partecipazione al film di Castellito.
    E' un artista che ho sempre stimato per la sua ironia e umanità.
    Sicuramente uno che prendeva la vita a calci in culo.
    Bellissimo il video,è la prima volta che lo vedo.
    Ho saputo ora anche della morte di Califano.
    Ha scritto delle bellissime canzoni,è un artista che però conosco e ho seguito poco.
    veru

    RispondiElimina
  5. Sto vedendo su Rai tre, la puntata che Fabio Fazio gli dedicò nel 2011.
    Era già malato. La sofferenza se la portava scritta addosso.
    E tutti gli amici intorno che lo celebravano, da Dario Fo a Cochi e Renato, alla Vanoni. Bello averlo fatto con lui in scena. Non capita spesso. ANZI NON CAPITA QUASI MAI.
    Amo quel video, due grandi artisti in un colpo solo.

    Si Califano anche io lo conoscevo poco.
    Era stato un uomo di eccessi, sempre sopra le righe. Mi spiace anche per lui.
    Buona notte Veru.

    RispondiElimina
  6. Ah, il coccodrillo su Califano, lo lascio scrivere a qualcun altro.
    oh yes.
    E poi sono tutti bravi gli altri.
    Mica come me.
    Merdaccia che non sono altro.
    Pronta a cogliere la palla al balzo.
    Eh papero?

    RispondiElimina
  7. E divertitevi pure tanto, sui blog di VF.
    Occupavo poco spazio eppure, davo fastidio.
    Ora si starà molto più larghi.
    Mentre io resterò a casa mia.
    Che ci sto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci son due COCCODRILLI, ed un orango tango, due piccoli serpenti, è un' aquila reale, non manca più nessuno, non si vedono i due liocorni!
      E neppure Mariella?
      Poverina, quel cattivone del papero le ha fatto la bua: e adesso resterà a casa a fare la vittima.
      Un po' permalosa questa ragazza secchiona del primo banco: se le passano davanti, e la coccarda di prima della classe la danno ad altri, s' incavola.

      Paolino Pap.

      Elimina
    2. Che poi occupavi poco spazio è tutto da dimostrare: tra commenti vari, siparietti con le signore del the, campagne elettorali pro Bersani ( era meglio scegliere Renzi!), testi di canzoni, pallini gialli e saluti, dirette Sanremo e x Factor, gnio gnao con Luca Dini ,quel blog era un po' diventata la tua seconda ( o terza...) casa.
      E che cazzo.
      D'accordo, lo spazio è molto: ma non piangucolare che stavi in un angolino.

      Paolino Pap.

      Elimina
    3. Che poi dai fastidio è solo una sindrome da Maga Magò: se sei convinta di quello che scrivi non vedo dove sta il problema.

      Paolino Pap.

      Elimina
  8. Che poi io l'avevo detto che il papero non me la contava giusta.
    Che poi non capisco perchè ce l'abbia tanto con le prime della classe.
    Forse che lui era sempre l'ultimo a scuola ed era pure geloso di chi lo superava in intelligenza?????

    Ebbeccati questa!!!!!:D :D :D :D :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Spia. Sono terribilmente geloso dell' intelligenza di Mari.
      Del resto sono solo un rozzo operaio metalmeccanico che vive in un paesino di campagna dove all'entrata c'è un meccanico per trattori ed all' uscita una stalla con le mucche.
      E che dire del mio misero diploma di terza media?
      Che è già tanto se riesco a leggere Topolino.
      Come non potrei invidiare Mariella che legge 273 libri all'anno e frequenta pure amici scrittoroni?
      E che dire della sua cultura sterminata, della capacità di crearsi due blog, di riempirli con i suoi post, di raccontare dei suoi viaggi, dei suoi concerti, delle sue partite dell' Inter, delle sue ospitate in televisione …
      sa fare pure le torte!
      E sul lavoro comanda lei.
      Ohhhh....
      Come sono geloso della sua intelligenza.
      E del suo successo nel blog Direttore.
      Per questo la picchio sempre.
      Ma solo lei.
      Con tutti gli altri sono buono: buonissimo.
      Il mio stile è diverso. Ma proprio diverso.
      Ma adesso sono contento: l' ho strapazzata così tanto che l'ho fatta scappare.
      E' proprio quello che volevo.
      Certo che tu sei furba: l' avevi capito subito che sono un cattivone.
      E che Mari non deve frequentare certi plebei come me.
      E gnoranti.
      Così gnoranti che non resa altro che fare di essere gelosi di tutti quelli intelligenti.
      Oh, yes.

      Paolino Pap.

      Elimina
  9. Spia,
    il papero mi strapazza da sempre. Dal primo giorno in cui ci siamo trovati di fronte, sul blog di una terza persona.
    Mi tratta malissimo, dentro il mio blog e altrove.
    Raramente, molto raramente, gli capita di dire qualcosa di carino, di solito una volta l'anno.
    Quando lo fa, quasi non ci credo.
    Maltratta allo stesso modo molta gente, quasi tutta quella con la quale ha a che fare in questo mondo virtuale.
    Non fa sconti.
    Qualche volta, è più carino con Veru.
    Ma sappiamo che lì si tratta d'amore.
    Ora è più incazzato del solito con me.
    Ieri ero allo stadio a vedere l'Inter e abbiamo pure perso.
    Questo se l'è segnato, poi gli ho scritto il nuovo post.
    Altro che geloso di me. Se ne sbatte e alla grande.
    E INCAZZATO NERO, SONO GIORNI CHE DICE CHE TORNA DAL DIRETTORE SE LO FACCIAMO INCAZZARE DI BRUTTO. CREDO DI ESSERCI RIUSCITA.
    Oramai mi odia.
    E io che pensavo fosse amore e invece era un calesse.

    RispondiElimina
  10. Ultima cosa.
    Nella mia vita ho sempre preferito gli operai.

    SEMPRE.

    RispondiElimina

Informazioni personali

La mia foto
Quasi sei anni di blog. Benvenuti da me. Vi accoglierò con abbracci e qualche legnata. Abbiate pazienza divento anziana!