martedì 2 aprile 2013

La solitudine del Presidente Napolitano



Il Presidente Giorgio Napolitano




Non doveva finire così il suo settennale governativo. Non doveva questo nostro grandissimo Presidente, forse il più grande dopo De Gasperi e Pertini, essere lasciato solo alla guida di un paese allo sbando che molteplici volte ha cercato di salvare. Ha definito questa fine mandato come surreale. Gli sono piovute addosso critiche assurde da tutte le parti politiche. Quelle stesse parti politiche che, dopo 44 giorni non sono state in grado di trovare un accordo per formare un nuovo governo.
Mi spiace Presidente, tu questa" italietta" non te la meriti.E di sicuro noi italiani  non ci  meritiamo un Presidente così.

6 commenti:

  1. Papero hai visto che temini leggeri?
    Di là Saviano di qua Napolitano.
    Roba da poco.
    Dai sei arrabbiato?
    Io l'avevo detto che con il post sotto ci rimandavi tutti in Siberia.
    Mari altro che intervallo ti mando in castigo.
    veru

    RispondiElimina
  2. Papero, ho sbagliato.
    Ha ragione Veru. Ma io sono come un torello che quando la vede troppo grossa, vede rosso e non capisce più niente.
    Vado in castigo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Maccarone... m'hai provocato e io te distruggo, maccarone! Io me te magno!". (cit.)

      Paolino Pap.

      Elimina
  3. Hai ragione, purtroppo non ha avuto e non ha vita felice. Ma senza di lui che fine avremmo fatto?

    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già
      Ho paura persino di pensare a cosa avremmo fatto senza di lui.
      Ma gli italiani difettano di memoria.
      E le cronache politiche di questi ultimi vent'anni lo confermano.
      Ricambio il bacio.

      Elimina

Informazioni personali

La mia foto
Quasi sei anni di blog. Benvenuti da me. Vi accoglierò con abbracci e qualche legnata. Abbiate pazienza divento anziana!